Nasce Cuvée Lunae

Brut Metodo Classico Millesimato tra terra, tempo, luna e maree

C’è un nuovo nato a LVNAE ed è un Brut Metodo Classico millesimato, annata 2018, cuvée di Vermentino e Albarola. Si chiama Cuvée Lunae. Una sfida per la famiglia Bosoni che vuole catturare in questo spumante un’altra anima dei Colli di Luni. Spiega Diego Bosoni: “Cuvée Lunae è la realizzazione di un sogno che ci ha accompagnato da più di una generazione: realizzare con i vitigni della tradizione un Metodo Classico capace di fotografare il nostro territorio attraverso il proprio linguaggio”. Gli elementi che rendono un unicum questo progetto, oltre la sua identità territoriale, sono quattro: terra, tempo, luna e maree. La prima – continua il produttore – perché “trasformare il sogno in materia è la prerogativa costante di chi ha deciso di coltivare la terra mantenendo gli occhi rivolti verso il cielo…” Il tempo perché un Metodo Classico è un processo creativo e tecnico in cui “il valore del tempo è un fattore portante”. La luna, che scandisce da sempre le stagioni di lavoro in vigna, “è soprattutto un omaggio alla storia della nostra terra e al suo nome: un luogo tra montagne di marmo bianco e mare, dove già in epoca romana si produceva vino di grande qualità”. E infine le maree. “La spuma del mare che tocca le nostre coste è stata per noi richiamo evocativo e ispirazione per ottenere un perlage delicato e spumoso che potesse essere un rimando diretto a queste poetiche suggestioni”. L’Albarola e il Vermentino provengono da vigneti vocati collocati tra le colline di Castelnuovo Magra e il Mar Ligure. L’Albarola contribuisce apportando acidit  e sapidità, il Vermentino, invece, caratterizza il blend grazie alla sua tipica complessità aromatica e all’impronta territoriale di freschezza e verticalità. Cuvée Lunae affina in bottiglia sui propri lieviti per almeno 26 mesi prima della sboccatura. “La spumantizzazione è insieme tecnica e arte”, continua Diego Bosoni, oggi quarta generazione della proprietà, “e l’intento è quello di realizzare uno Metodo Classico contemporaneo e soprattutto coerente con lo stile della nostra cantina”. Le scelte tecniche, tanto in vigna quanto in cantina, volte ad ottenere la massima espressione del potenziale qualitativo, hanno concesso, per questo anno zero, una tiratura di poche migliaia di bottiglie, circa 5000.